I Campioni del Mondo - Ben

Vai ai contenuti

I Campioni del Mondo

Scacchi
I campioni del mondo
Fino al 1886 non è esistito ufficialmente il titolo di campione del mondo.

Esso venne introdotto sul finire dell'800 in occasione del match Steinitz-Zukertort disputatosi tra New York, Saint Louis e New Orleans.

Prima di questa sfida, v'erano soltanto giocatori di scacchi straordinariamente forti quali Ruy Lopez, Gioacchino Greco, Philidor, Anderssen, Morphy o Staunton (ciascuno nel loro tempo) che erano generalmente ritenuti i più forti del mondo ma senza che ciò costituisse una investitura legalmente riconosciuta.

Di fatto questi grandissimi giocatori di scacchi (come si può leggere anche in queste pagine) si autonominavano o venivano considerati i migliori del mondo nellla cerchia elitaria degli appassionati. Alle sfide si giungeva quasi sempre per trattativa privata mancando una organizzazione super partes che avesse il potere di regolare i termini delle sfide.

Nel Medioevo o nel Rinascimento gli scacchisti più famosi furono dapprima arabi, poi spagnoli ed italiani (in buona misura). Gli scacchi erano un gioco prevalentemente di corte, riservato ai ceti più elevati e benestanti. La diffusione del gioco, dal 1600 in poi, nelle nazioni del centro e nord Europa, in particolare Francia, Germania ed Inghilterra, che - guarda caso - godevano del fatto di essere nazioni meglio organizzate e culturalmente più progredite, estese la pratica del gioco anche nella media borghesia. Nacquero e si svilupparono talenti scacchistici e crebbe intorno a loro un interesse generale, facilitato dalla diffusione della carta stampata e dal numero di lettori non confinato esclusivamente nelle classi aristocratiche.

Nel 1886, esattamente nel freddo pomeriggio dell'11 gennaio, in una stanzetta del numero civico 80 della 5° Strada di New York, Wilhelm Steinitz e Johannes Hermann Zukertort si affrontarono per la prima partita di un match che avrebbe segnato una svolta epocale nei confronti del mondo scacchistico. Quella sfida decretava in modo ufficiale il titolo e cominciava a stabilire delle regole universalmente riconosciute per conseguirlo.

Circa 100 anni più tardi, nel 2000, le sfide tra due scacchisti, detentore e candidato emergente da una dura selezione, sono state cancellate da un ritorno alla formula del torneo ritenuta più corrispondente alle esigenze mediatiche moderne.

Possiamo dire che dopo le cinque sfide tra Kasparov e Karpov e la rottura del primo con la Fide (emulando in un certo senso quanto accaduto con Fischer nel 1974) le regole del gioco ed il fascino della sfida mondiale tra i due "migliori" scacchisti sono mutate.

Ai posteri accertare se ciò sia stato un bene per gli scacchi e se questo cambio di rotta avrà un futuro. Di certo ha interrotto un fascino antico ed una tradizione fatta di duelli straordinari su cui si sono formate (ed appassionate) intere generazioni di scacchisti.

Di Steinitz e dei dodici campioni del mondo che gli succedettero (fino a Kasparov) ho ritenuto di tracciare una breve scheda biografica alla quale i visitatori del mio sito possono attingere per le loro ricerche sulla storia degli scacchi. Ma non sono stati dimenticati alcuni grandi scacchisti ("quasi" campioni del mondo) per i quali è stata predisposta una pagina riassuntiva.

Mi sembra doveroso indicare anche i lineamenti essenziali di una vasta bibliografia a cui rimandio per ulteriori approfondimenti e grazie alla quale ho potuto attingere le succinte informazioni che in queste pagine sono riportate.

Per accedere alle  biografie dei primi tredici campioni clic sull'immagine del campione oppure sulla didascalia sotto il nome. Dalla scheda biografica è possibile scaricare ed anche vedere le partite cliccando sull'apposito link.

Aggiungo che ho avuto la fortuna di poter incontrare e fotografare di persona alcuni di questi grandi campioni. In particolare ricordo l'intervista che feci per Lombardia Oggi a Botvinnik a Reggio Emilia nel gennaio del 1992 (nel famoso torneo vinto un emergente Anand) grazie alla paziente opera di interprete di Dimitri Bjelica.

- Biografie dei  Campioni del Mondo moderni (post era Kasparov dal 1999 in avanti) .
Wilhelm Steinitz
(Praga 17/5/1836 - New York 12/8/1900)

Biografia, risultati e partite di Steinitz
Emanuele Lasker
(Berlinchen 24/12/1868 - New York 13/1/1941)

Raoul José Capablanca
(L'Avana 19/11/1988 - New York 8/3/1942)

Alexander Alechin
(Mosca 1/11/1892 - Lisbona 25/3/1946)

Max Euwe
(Watergraafsmeer 20/5/1901 - Amsterdam 26/11/1981)

Mikhail Botviinnik
(Leningrado 17/8/1911 - Mosca 5/5/1995)

Vassili Vassilievic Smyslov
(Mosca 24/3/1921 - Mosca 27/3/2010)

Mikhail Nekhemovic Tal
(Riga 9/11/1936 - Mosca 28/6/1992)

Tigran Vartanovic Petrosjan
(Tblisi 17/6/1929 - Mosca 13/8/1984)

Boris Spassky
(Leningrado 30/1/1937)

Robert James Fischer
(Chicago 9/3/1943 - Reykiavik 17/1/2008)

Anatolj Yevgenyevich Karpov
(Zlatoust 23/5/1951)

Gary Kasparov
(Baku 13/4/1963)

NOTA INFORMATIVA
Le biografie sono suddivise in due parti: quelle dei primi tredici campioni del mondo ufficiali (da Steinitz a Kasparov) e quella dei moderni (post Kasparov 1999).
Anche per questi ultimi sono presenti le schede biografiche:

E' stata inoltre caricata una  tabella che riepiloga tutti i campionati del mondo, disputati prima dell'era Steinitz (1886), che dopo la diaspora provocata da Kasparov con l'uscita dalla FIDE (tra il 1990 e 1993) e che ha dato origine a diverse correnti ognuna delle quali ha inteso gestire il titolo in modo autonomo. Solo nel 2006 si è ritornati alla riunificazione del titolo mondiale. Ci sono voluti quasi quindici anni per rimettere ordine in un contesto fortemente consizionato dagli sponsor.
La FIDE, resta oggi (come peraltro ritengo corretto che sia) l'unico organismo che ha facoltà di regolamentare il movimento scacchistico internazionale, ad ogni livello. D'altra parte, quasi tutti gli sport hanno una Federazione di riferimento: per gli scacchi essa è la FIDE.
Tabellone riassuntivo
Tabellone ordinato dei campionati del mondo e dei risultati.
Dai protocampioni ai giorni nostri
BIBLIOGRAFIA
J.Murray - A History of Chess - Cambridge 1913
A.Horowitz - I Campioni del mondo di Scacchi - Mursia
R.Eales - Chess: the history of a game - Batsford
H. Schonmberg - I grandi maestri degli scacchi -Garzanti
Al Horowitz - I campioni del mondo di scacchi - Mursia
Chicco-Porreca - Dizionario Enciclopedico degli scacchi
Fine - La psicologia del giocatore di scacchi - Adelphi
E.Jakov - La parola ai campioni del mondo - Prisma
M.Judovich - The soviet chess school - Raduga.
F.Wilson - A Picture History of Chess - Dover
Torna ai contenuti